Il blog di Dire Fare l'Amore

Undress code [reportage da Cap d'Agde/5]

Skinny dipping: mandatory

Almeno sotto il profilo abbigliamento dovrebbe essere facile passare la giornata in un campo nudisti: sopra la pelle, al massimo, la crema solare (già la protezione 20 è vista con un certo sospetto). Ma anche una spiaggia naturista ha un suo dress-code, benché l’idea soggiacente di libertà permetta infinite varianti ed eccezioni. Se però lasciamo parlare i numeri, la fredda statistica per così dire, possiamo estrapolare questa regola generale.

Di giorno
Lei: tendenzialmente con uno straccetto legato in vita, abbastanza corto da mostrare l’assenza di costumi da bagno o altre coperture, abbastanza lungo da non essere scambiato per una cintura.
Lui: rigorosamente nudo anche nelle trasferte casa-supermercato-spiaggia.

Di sera
Di sera, magicamente, le parti si invertono.
Lei: abitino sexy, di rete o minimalista a seconda dell’inclinazione più seduttiva, sadomaso, fetish… Nelle mille varianti concesse dal luogo, lei è sempre vestita in modo curato, truccata, spesso coi tacchi.
Lui: pur essendo presente – ma infrequente – la variante total-nude-look, lui circola spesso in polo XXL copri pancia, rigorosamente sopra gli eventuali pantaloni. Sciatto-look contro il sexy-look della donna.
Sarà anche sociologia da bar, ma a me questi abbinamenti fanno riflettere. Perché la donna è curata, seducente, agghindata con mise che mai potrebbe sfoggiare altrove e l’uomo trasandato e banale, come se fosse sceso di casa nel suo bel condominio di Montpellier per buttare la spazzatura?
Mi chiedo se dietro non ci sia un “maschilismo senza mutande” che vede nella donna uno “strumento” di eccitazione per l’uomo, ma non viceversa. Ci vuole molto a dedicare a se stessi la stessa cura che si richiede alla propria compagna? E se fosse, poi, un esibire la propria donna agli occhi di altri?
Oddio, che post moralista… Ma devo dire che, tra le mille cose che ho amato davvero e profondamente a Cap d’Agde, questa mi ha piuttosto infastidito.

 

Indice degli articoli pubblicati

1. Cap d’Agde paradiso naturista

2. Mistero barzotto e l’emivita del Cialis

3. Vorrei invecchiare così

4. Solo per i tuoi occhi

5. Undress code

6. E’ nato prima il voyeur o l’esibizionista?

 

Un commento

  1. Lust
    4 settembre 2011

    Sù sù che dipende da coppia a coppia. Tra le coppie giovani difficilmente l’uomo è sciatto.
    Il mio ha anche ballato con il perizoma ^.^
    Presto aggoirnerò anch’io il blog con il nostro Cap d’Agde.

    Rispondi

Lascia un Commento