Il blog di Dire Fare l'Amore

Blurp Books. Il libro non è una fascetta

20120309-173452.jpg

Trentamila copie, centomila copie, un fantastilione di copie in una settimana: in tempi di crisi (più culturale che economica) non c’è libro senza fascetta. Una gara a chi ce l’ha più lungo, a chi tira di più e a chi ristampa più copie in meno tempo…
E il libro? Sepolto sotto fascette giallo squillante. Silenziato da strilli totalmente inverosimili anche per chi non ha accesso ai dati Nielsen del sell-out.

Quindi?

Io protesto alla mia maniera e lancio Blurp Books, piccole incursioni in libreria alla ricerca delle fascette più significative, che stacco di soppiatto e rimonto poi tutte insieme, cercando di seguire un tema conduttore, su un povero libro, reso ormai mero supporto dei suoi Blurp.
Abbandono poi la copia al suo destino su uno scaffale, e prima o poi prometto di fotografarla sulla mensola best seller di qualche bookshop di tendenza.
Ovviamente si tratta di un’attività quasi illegale e di un esempio da non imitare :)

Se però lo voleste seguire, mandatemi i link alle vostre foto che le raccogliamo tutte insieme.

BLURP BOOKS. LE FOTO

Blurp Books. Il libro non è una fascetta

Quante edizioni? Libreria Feltrinelli Stazione Centrale Milano

Tutti numeri uno! Libreria Mondadori piazza Duomo Milano

Fascino italico. Libreria Rizzoli Milano

Ipse Dixit. Me l’ha consigliato D’Orrico. Libreria Feltrinelli – Piazza Piemonte, Milano.

“Faso tuto mi”, un successo del passaparola e del self-publishing. Libreria Feltrinelli – Piazza Piemonte, Milano.

E quando invece si vuole andare al risparmio, si può sempre riciclare la stessa fascetta su due libri…

Libreria Feltrinelli – Piazza Piemonte, Milano.

E dopo i Blurp Books, i Blurp Swap: gli scambi di fascette, con effetti simpatici e contraddittori!

Libreria Feltrinelli – Piazza Piemonte, Milano.

Libreria Feltrinelli – Piazza Piemonte, Milano.

E i classici per ragazzi che hanno rovinato l’immaginario di una generazione?

 

E infine, l’unica fascetta che merita davvero…

L’unica fascetta che merita davvero: Altai

 

Altre fascette?
continua qui

15 Commenti

  1. F.
    9 marzo 2012

    Ma tu sei qualcosa di vicino a un genio!!!! Aderisco e diffondo

    Rispondi
    • inachisio
      9 marzo 2012

      Conto di proseguire la serie, con le fascette del numero di edizioni, quelle sugli autori, quelle sul “fenomeno del…” ;)
      In ogni caso, F., grazie per il genio…

      Rispondi
  2. eliana
    9 marzo 2012

    Insopportabile mania. Fantastica idea. Ti supporto su twitter, anche se non sono nessuno ;-)

    Rispondi
    • inachisio
      10 marzo 2012

      Grazie! (Però non è vero che non sei nessuno…)

      Rispondi
  3. GionnY
    11 marzo 2012

    Non comprerò mai MAI un libro con fascetta! La tua idea è un gesto di ribellione che imiterò sicuramente…. Poi ti mando le foto
    GionnY

    Rispondi
  4. La Libraia Vecchio Stile
    12 marzo 2012

    Pazzesco! Sto morendo dal ridere! Vieni a farlo nella mia libreria (e ti prendo a librate in testa)

    Rispondi
  5. Michele
    13 marzo 2012

    Assolutamente deve diventare un fenomeno globale!!

    Rispondi
  6. viadellaviola
    13 marzo 2012

    vabè genio!
    che qualcuno recuperi la fascetta che baldini e castoldi fece per “Nel mare ci sono i coccodrilli, quando fu escluso dal premio stega. diceva più o meno: “libro da totmila copie, tradotto in totmila paesi, primo escluso dal premio strega!”.
    faceva abbastanza ridere, mi ricordo i clienti che scoppiavanoa ridere. e non lo compravano. :(

    Rispondi
  7. Elena
    26 marzo 2012

    Genio indiscusso, approvo, adoro.. Lasciamo che i libri parlino da se.. Senza pseudo introduzioni o pubblicità mendace..

    Rispondi
  8. ReRatto
    26 marzo 2012

    Next step: creare finte fascette, stamparle, andare in libreria e sostituirle alle originali..

    Rispondi
  9. M.
    5 aprile 2013

    Sono un editore ma mi sono sempre chiesto se queste fascette avessero un qualche effetto, un distributore mi ha detto che la Newton mette la fascetta scrivendo un fantasilione di copie vendute…come marketing! Mi ha detto che ovviamente è tutto falso ma fa presa sui lettori e inorridire i librai! Prima di sapere che è quasi tutto falso direi che ci cascavo sempre sulla fascetta….Leggo…5 edizioni in un mese…vuol dire che ogni tiratura è stata di circa 50 copie…altrimenti non si spiega:) Un best seller da 2 milioni di copie? Solo in Italia? umhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh….chi è questo genio?

    Rispondi
    • inachisio
      7 aprile 2013

      E’ una domanda che mi faccio anche io. La risposta la do così, ironicamente.

      Rispondi
  10. Francesco Zaffuto
    6 gennaio 2014

    ho utilizzato la prima foto di questo post per commentare un articolo, ti passo il link
    http://arpaeolica.blogspot.it/2014/01/masterpiece-come-tritare-gli-scrittori.html#comment-form
    saluti e complimenti per questo post, sempre attuale
    francesco

    Rispondi

Lascia un Commento