Il blog di Dire Fare l'Amore

Scopertine. La Büchmesse di Francoforte in immagini e parole


Scrivere un post sulla fiera del libro di Francoforte è certamente ambizioso. Sono otto padiglioni di due o tre piani colmi di libri, editori, agenti. C’è tutta l’editoria mondiale da Random House ai piccoli editori (quelli un po’ meno in effetti). Semplicemente non sarei in grado, e ho sempre diffidato di quei colleghi che incroci in un corridoio dopo un’ora che sono arrivati e già ti sanno dire le tendenze del 2012 e tutti i cambiamenti rispetto all’edizione precedente. Inventano e basta.

Allora vi offro con molta modestia alcune “scopertine” che ho fatto, tutte legate al tema erotismo, ovviamente.

Iniziamo dagli assenti. Quest’anno non esponeva Taschen, di solito affollatissimo con i suoi libri fotografici (volevo vedere il nuovo The big book of pussy, ma niente da fare). Mancavano anche molti piccoli editori tedeschi specializzati in erotismo, che gli altri anni avevano cose interessanti anche se forse un po’ troppo hard per i miei gusti.
C’era però il trasgressivo Goliath, che vedete qui sotto in alcuni scatti.


Il romanzo di maggior interesse è certamente il secondo libro di Charlotte Roche, che ricorderete in Zone umide. Ecco la foto della parete a lei dedicata, con pure una porta nel mezzo. Su questo libro scriverò meglio dopo che l’avrò letto.


Diverse cosette carine e giocose, come questo manuale per girare in casa i propri film hard. Ne ho ricevuta in regalo una copia in virtù della mia notorietà, quindi se a qualcuno servisse, basta chiedere…


O anche questo calendario con una posizione per ogni giorno dell’anno. Non tutte facilmente eseguibili, come potete vedere.


Per non parlare di questo eccellente “Porno per donne”, capace di accendere le più inconfessabili fantasie domestiche. Anche di questo ho una copia a disposizione per eventuali prestiti. Aprirò una porno-biblioteca.


E poi, bellissimo, un libro pop-up, come quelli dei bambini, ma dedicato a De Sade. Non sono riuscito a farmelo dare, dovrò comprarlo.


Concludiamo con la fuffa. Purtroppo l’erotismo è ancora visto come un genere di serie B in cui basta mettere un pizzico di malizia a storie inconsistenti per far contento il lettore. Copertine scontatissime, situazioni improbabili, luogo comuni a go go.
Per esempio, gli sms segreti di una donna insospettabile. Ho chiesto all’editore se fossero almeno veri, ma invece no, it’s fiction.


La fatalona mamma di giorno e assatanata di notte…
(temo che la foto sia autentica)


La scoperta del sesso online…
Con tanto di pila e cuore rosso volante.


I vari manuali ginnici…


E qualche inchiesta sul porno che fa tanto trend vintage.


E da Francoforte è tutto. A voi la linea.
Inachis

4 Commenti

  1. inachisio
    15 ottobre 2011

    Scusate, vedo che le foto risultano sgranate. Ho fatto questo articolo con BlogPress ma ci sono alcuni problemini. In ogni caso se ci cliccate sopra dovreste vederle grandi e ben definite. Se qualcuno conosce trucchi per postare da iPad senza questi inconvenienti me lo dica!

    Rispondi
  2. Daniela
    16 ottobre 2011

    Il calendario “Sex everyday…” ce l’abbiamo in ufficio. A me non eccita per nulla. Mi fa solo venire in mente il lavoro….

    Rispondi
  3. inachisio
    16 ottobre 2011

    Un calendario di sesso in ufficio è un controsenso… Hai ragione…

    Rispondi
  4. SibillaBugiarda
    17 ottobre 2011

    Bene. Passerò l’inverno a cercare le calze della ragazza nel terzo scatto di Goliath…

    Rispondi

Lascia un Commento