Il blog di Dire Fare l'Amore

Perché ho comprato il kindle

Direfarelamore sul kindleEra tempo – e lo era da diverso tempo – che io mi dotassi di un ebook-reader. Ma non un tablet sbarluccicoso e multitasking, proprio un ereader monotasking con e-ink, di quelli fatti apposta per leggere a lungo e senza stancare né occhi né batterie.
Dopo attenta analisi, mi sono trovato ad un bivio: kindle vs. sony (650, visto che il 700 pare lontano da venire in Italia). Attualmente sono i soli che usano la tecnologia pearl-ink che dà una maggiore qualità di lettura. Come i più attenti avranno capito dalla foto, ho scelto kindle. Rendo ora qui ragione della mia scelta.
Motivi per comprare un ereader [a prescindere]
- per chi, come me, legge molto e spesso anche spilucca qua e là, un ereader è la soluzione più pratica e comoda: contiene tantissimi libri, può essere portato ovunque e non stanca la vista
- è vero che il piacere di sfogliare un libro cartaceo non è replicabile su un apparato elettronico, ma le due cose non sono alternative: è come sesso a due e masturbazione, ovvio che il primo è meglio, ma quando sei in viaggio è più pratica la seconda!
- il costo dell’ereader (nel mio caso circa 180 euro) si ripaga in fretta tra libri acquistati (costano circa il 30% in meno) e libri scambiati con gli amici, cosa ovviamente illegale e immorale ma figuriamoci se uno non lo fo una volta che può


Motivi per comprare il kindle [nello specifico]
Diciamolo subito, appena lo prendi in mano ti sembra un oggetto obsoleto: non è touch, non è a colori, non fa niente di seducente. Se vieni tipo dall’iphone ti prende una sincope perché ci passi sopra le dita e bene che vada levi un po’ di polvere. Occorre addirittura cliccare dei tastini molto anni ’90 per spostarti nella pagina. Allora devi ricordarti il motivo per cui lo hai preso e farti un po’ di decondizionamento tecnologico sul fascino dell’ultima novità: il kindle serve a leggere – e bene – libri. Serve, inoltre, per annotarli, condividere brani e commenti, archiviare. Punto. Se lo hai scelto è perché deve fare bene questa cosa e non male altre cento.
Rispetto al Sony il kindle ha alcuni punti deboli
1. non è touch
2. non può leggere schede di memoria esterne
3. non legge i formati più comuni come l’epub ma è legato al formato proprietario di amazon (e pochi altri)
4. è un po’ più grande e più pesante
5. non esiste nel colore rosso che mi piaceva tanto
Il kindle invece ha in più
1. è wireless e 3G in tutto il mondo (tralaltro con un paio di accorgimenti facili da trovare navighi gratis ovunque su qualunque sito)
2. è collegato ad un proprio spazio amazon e indirizzo email (nome@free.kindle.com) che permette di spedirsi i libri direttamente per email
3. ha una tastiera che permette di annotare e prendere appunti: la trovo una funzione molto comoda per preparare per esempio una recensione
4. è collegabile a facebook e twitter e permette di condividere subito passaggi che sono piaciuti (cosa che a me mette già libidine)
In realtà, quello che a tutt’oggi è il principale limite di kindle, ossia la sua “dipendenza” da amazon credo sia un problema in fase di superamento. Da più parti si legge che amazon starebbe per liberalizzare i formati con un aggiornamento del firmware. In mancanza di questo, in ogni caso, c’è l’ottimo software gratuito calibre che permette di convertire praticamente tutto in qualunque formato, tranne l’acqua in vino.
Manca ancora la possibilità di acquisto da ebook da amazon.it e quindi per ora o si compra su amazon.com o si compra altrove e si converte, ma non è uno sbatti esagerato. Piuttosto è comodissima la possibilità di mandarsi libri per email gratuitamente.
Alla fine ho scelto kindle perché ho deciso di far prevalere praticità e connettività sulla flessibilità del sony. Naturalmente questa è una scelta basata sulle mie esigenze. Per altri utilizzi, il sony è certamente meglio. E c’è nella versione rossa così carina.
Comprato il kindle, a brevissimo avrete anche l’ebook dei miei racconti: sono aperte le prenotazioni!

direfarelamore libro o ebook

3 Commenti

  1. Bakakura
    13 luglio 2011

    Bella recensione (“Se vieni tipo dall’iphone ti prende una sincope perché ci passi sopra le dita e bene che vada levi un po’ di polvere.” XD). Hai già preso anche una cover? Io ho trovato la mia su ebay a meno di cinque euro e sono abbastanza soddisfatto. Ne parlo un po’ qui: http://neyven.wordpress.com/2011/07/13/la-mia-vita-con-il-kindle-part-two-la-cover/

    Rispondi
  2. francesco
    12 ottobre 2011

    Ciao,
    ho appena comprato il Kindle direttamente in America..
    mi piace molto e sono contentissimo dell’acquisto..
    ma non riesco a connettermi..
    ho provato con il wi fi di casa..
    immetto la password ma niente..
    puoi darmi una dritta..

    Rispondi
  3. Bonaventura
    8 gennaio 2013

    Rispetto al Sony ci sarebbe da mettere in evidenza un altro punto debole (o meglio, punto di forza del Sony rispetto al Kindle): la possibilità di visualizzare i PDF come “testo reimpaginato”, scorporandone quindi il testo in tempo reale e permettendo così di reimpaginarlo con le dimensioni desiderate migliorandone la leggibilità a dispetto delle dimensioni dello schermo. In ogni caso io resto fedele al mio Kindle per ora, soprattutto per la vastità di titoli e comodità di acquisto e utilizzo offerte da Amazon, senza contare la possibilità di leggere (tenendoli sincronizzati) i miei ebook anche sull’iPhone o sul tablet Samsung se non ho con me il Kindle quando sono in giro. PS In bocca al lupo per la tua “opera”! :)

    Rispondi

Lascia un Commento