Il blog di Dire Fare l'Amore

Scambisti al binario 8

frecciarossaUn post scritto in diretta! (Grazie al blackberry) Sto andando a Roma in treno per lavoro con il mio collega-fratellino M.
Dopo aver accumulato 40 minuti di ritardo, il treno decede definitivamente a Firenze.
I solerti uomini di Trenitalia, però, hanno previsto un treno sostitutivo che ci attende “garato” (come dice il Capotreno nel suo slang da funzionario) al binario attiguo.
Ognuno riavrà carrozza e posto.
Ma…
Ma i due treni sono stati parcheggiati in senso inverso: la carrozza 1 del vettore morto dirimpetto alla 12 del risorto.
Risultato: un bailamme epocale di gente che improvvisa una prova di “Giochi senza Frontiere” sul marciapiede.
Risultato extra: altra mezzora di ritardo.
Ah, è appena passato anche l’abusivo coi panini e l’acqua.
Complimenti.

Inachis

PS. Per il ritorno ho un biglietto Alitalia. Secondo round

4 Commenti

  1. M
    4 settembre 2009

    Sono M, compagno di viaggio, collega e fratello di Inachis. Viaggiando spalla a spalla, su questo treno e in moltre altre occasioni, capita spesso di imbattersi in avventure più o meno lecite. Quella di oggi a dire il vero e’ piuttosto paradossale. La cigliegina sono i vicini di posto con le mozzarelle e la tanica di vino, che hanno dovuto ritirare la merenda di pane e salame in tutta fretta, e nel cambio di treno hanno lasciato le cibarie nel vecchio vagone. Con scena alla Eduardo…
    Besos, m 

    Rispondi
  2. inachisio
    4 settembre 2009

    Come i lettori più attenti avranno notato, siamo due uomini pericolosamente idioti, che si rispondono nei commenti di un post mentre sono seduti fianco a fianco. Io col blackberry, M. con l’iPhone.

    PS. Per i più curiosi, all’amico M. è dedicato il racconto Vorrei averti per cena.

    Rispondi
  3. yasmine
    10 settembre 2009

    Beh ma..perchè parlarsi a voce? è più bello scriversi..lo trovo più travolgente :D

    Girovagavo tra libri e testi su internet, per prendere un pò sonno come uso spesso fare, ma i tuoi racconti mi hanno fatto compagnia in questa notte oramai mattina, davvero belli. Non amo leggere, ma i tuoi racconti mi prendono, mi lasciano un lieve piacere e sono tutti finali un pò innaspettati che mi colgono di sorpresa..
    Rari da trovarsi racconti di un amore così..non trovo neanche le parole per definirlo, molto delicato, dolce, passionale allo stesso tempo coinvolgenti.. stupendi.

    yasmine

    Rispondi
    • inachisio
      10 settembre 2009

      Quindi, se ho capito bene, non ti ho fatto prendere sonno! Scherzi a parte, mi hai lasciato un commento bellissimo e ti ringrazio.
      Io l’ho trovato al risveglio e mi ha fatto iniziare bene la giornata.

      Inachis

      Rispondi

Lascia un Commento