Il blog di Dire Fare l'Amore

La donna con le stelline negli occhi

Beautiful Eye

La donna ha una luce negli occhi, una piccola stellina proprio in corrispondenza dell’iride. Potrebbe somigliare a quei bagliori circolari che si scorgono nei ritratti in studio, ma non è l’effetto di una lampada a pochi centimetri dal viso: è una luce che viene dall’interno, alimentata da una fantasia che cresce lenta e inarrestabile come un’edera.
La donna cammina a passi stretti in un lungo corridoio dai soffitti alti, stringe tra le braccia alcune cartelline. E’ vestita elegante in un tailleur che la fascia e i maschi si girano a guardarla senza poter sospettare che quella, per lei, sia solo una tenuta da lavoro. Quando vuole essere seducente indossa jeans e maglietta perché il suo corpo possa essere subito libero.

La donna si è svegliata nel cuore della notte con la mente in subbuglio e il corpo già pronto. Ha sentito sbocciare un pensiero caldo, ha provato a scacciarlo, poi ad assecondarlo soffocando il piacere nel cuscino, poi ancora a placarlo con una doccia, a distrarlo con il senso del dovere e il pensiero razionale. Intanto, incurante delle contromisure, il pensiero cresceva facendosi voglia, desiderio e infine, una volta sconfitta la resistenza, bisogno.

L’uomo intelligente incrocia la donna nel corridoio dai soffitti alti, si ferma per scambiare gli auguri e fare due chiacchiere. E’ attratto dal suo sguardo, più che dal tailleur. Coglie anche il luccicare degli occhi, vi presta attenzione. Non per niente è un uomo di intelligenza superiore alla media. Sente nascere un dubbio, un sospetto. Lo scaccia deciso, sentendosi anche un po’ in colpa per averlo cosentito. Saluta, si avvia. L’uomo intelligente è un uomo controllato e pauroso.

Dovrebbe, invece, incrociarla in corridoio un uomo non solo intelligente, ma libero di mente e coraggioso di pensiero. Dovrebbe, invece, fermarla per augurio, per fare educata conversazione. Dovrebbe, invece, cogliere la luce e capirne la natura.
Senza smettere di conversare, senza tradire emozione nella voce, l’uomo intelligente e coraggioso si farebbe egli stesso luce, si lascerebbe attrarre dal bagliore della donna, ne scivolerebbe dentro. La fantasia sbocciata nella notte inonderebbe allora anche l’uomo, lo feconderebbe come seme. E allo stesso modo il mondo dell’uomo si svuoterebbe nella mente della donna.

Senza bisogno di dirsi nulla, senza bisogno di mostrare di aver capito, ciascuno partirebbe allora per la propria strada.
E invece.

3 Commenti

  1. Elena
    25 dicembre 2012

    Bellissimo e vero…QUANTO VERO…
    Buone feste

    Rispondi
  2. akuabrillante
    28 dicembre 2012

    Anche i miei occhi hanno la stellina…..anch’ io porto le cartelline……anch’io per sedurre, indossi jaens e maglietta….ma non mi fila nessuno….. :-)

    Rispondi
  3. dopamina
    20 agosto 2014

    Alcuni pensieri si insinuano nella mente e non c’è verso di scacciarli via. Diventano bisogni, ti mangiano dentro, diventano il tuo Pensiero.
    Puoi abbandonarti a loro o aspettare che ti logorino.

    Rispondi

Lascia un Commento