Il blog di Dire Fare l'Amore

Tipi in ascesa: il maschio a impatto zero

Dacché ricordi, ha avuto solo un guizzo: il giorno in cui ti ha proposto di uscire ed è stato magnifico, beh magari brillante, sì insomma comunque piuttosto intraprendente, diciamo dinamico e non se ne parli più. E aggrappata a quel ricordo come a un salvagente emotivo ti ci sei messa insieme e hai assistito impotente al suo progressivo spegnersi, sgonfiarsi, bradicardicizzarsi.

E ora hai la magra consolazione di stare con un tipo in ascesa: un Maschio a impatto zero, il pigro assoluto. Zero emissioni.

Ma attenzione! Non è da confondere col Maschio furbetto, che ti fa stare sopra per non stancarsi, o col Maschio bradipo che fa solo slow-sex. Il Maschio a impatto zero è un tipo di maschio che disdegna profondamente prendere l’iniziativa. E questo non solo fisicamente, ma ancor più mentalmente: ti lascia organizzare, gestire, progettare, salvo poi trovare un scusa valida per non uscire. Ti guarda vestirti provocante e un secondo dopo è immerso nella playstation come un palombaro. Non contrario al sesso per partito preso, lo accetta con un certo compiacimento se questo non implica sforzo fisico, ma soprattutto cerebrale. Nella sua logica, avendoti sedotto una volta, ora non occorre che si ripeta. Come quegli abbonamenti al club del libro che poi non puoi più disdire.

Lo hai a disposizione sul letto e intendi prodigarti in cure goduriose? Non dirà di no.

Deve voltarsi a pancia in su per favorire l’operazione? Preferirà forse dormire.

Il Maschio a impatto zero ha un proprio personale vocabolario sessuale:

-          preliminari: me lo succhi un po’?

-          rapporto: fai tu che io sto lì e godo

-          coccole: mi giro e schiaccio un pisolino, ma se vuoi leggere non mi disturbi.

E quando, girata su un fianco col tuo libro in mano la luce del comodino bassa bassa per non disturbarlo, lo senti russare, ti chiedi perché stare con uno così. E dov’è l’uomo che ti aveva sedotto. E se ora non dovresti lasciarlo visto che non avete nulla in comune. Soprattutto perché lui, l’iniziativa di lasciarti non la prenderà mai. Troppa fatica.

Però c’è una buona notizia: il Maschio a impatto zero è totalmente riciclabile. Perché non lo presenti a una tua amica?

Collezionali tutti!

15 Commenti

  1. Isadora Drunken
    28 settembre 2010

    Anche questo pezzo mi ricorda qualcosa… purtroppo.

    Rispondi
  2. inachis_io
    28 settembre 2010

    Ho trovato la collezionista? Quando arrivi a dieci hai un felpa in omaggio :-)

    Rispondi
  3. Isadora Drunken
    28 settembre 2010

    Inizia a fare il pacchetto. Li so TUTTI! E non so se devo dire per fortuna o purtroppo… :-)

    Rispondi
  4. Laura
    28 settembre 2010

    Grandissimo ritratto quello del maschio a impatto zero! :-P

    Rispondi
  5. belladigiornopercaso
    29 settembre 2010

    Beh… ora che ci penso bene io l'ho avuto un maschio a impatto zero. E' durato un mese. (il tipo che invece di russare BARRIVA!)

    Rispondi
  6. lamangrovia
    29 settembre 2010

    Fantastico, ho avuto anche questo (un anno di strazi). Mi candido al club delle collezioniste!

    Rispondi
  7. nenedallagonegro
    29 settembre 2010

    sempre sagaci i tuoi ritratti

    Rispondi
  8. Isadora Drunken
    29 settembre 2010

    Oh, beh, vediamo… c'è un tipo in ascesa non perchè valga qualcosa, ma solo perchè è molto comune: il Cretino Certo (vedi il post "Certi Cretini" nel mio blog), fondamentalmente misogino, spesso bruttino, dispensa opinioni non richieste e si crede 'sto c(avolo) solo per quella Y stortignaccola che lo differenzia dal genere femminile.
    Poi ci sarebbe il Te-Lo-Spiego-Io, anche questo molto comune, diffuso all'estero come "I'll-Fix-You Type": è una sotto-categoria, nel senso che può appartenere a una qualunque delle tipologie di Maschio in Ascesa, ma la sua prerogativa è non fai in tempo a illustrargli una difficoltà, un dubbio, mezza ombra di problema – dall'unghia scheggiata all'edipo irrisolto -, che lui ti ha già sciorinato la lista degli errori (tuoi) e l'elenco delle soluzioni (sue).
    Devo continuare? Come dice la mia amica WUM "Quanti anni luce hai a disposizione?" :-)

    Rispondi
  9. inachis_io
    29 settembre 2010

    Metto qui il link del post citato da Isadora Drunken perché merita: http://isadoradrunken-preferiscopentirmi.blogspot

    E poi una citazione gustosissima da Fecebook
    http://www.youtube.com/watch?v=rNJAZz0APEA

    Ma tutti meritano. Ho a disposizione diversi anni luce, comunque…

    Rispondi
  10. La Mangrovia
    29 settembre 2010

    Alain Resnais era mestruato sicuro.

    Rispondi
  11. loredana
    27 ottobre 2010

    …niente collezione: l'ho sposato.
    lo tengo lì, che russa….oramai russa anche con la xbox….ha un guizzo solo quando segna la roma.
    impossibile da riciclare.
    per i suoi prossimi 50 anni, ho chiesto agli amici come regalo…una badante, meglio se giovane.
    Hanno riso.
    Pensavano scherzassi.
    Dicevo sul serio, invece…..

    Rispondi

Lascia un Commento