Il blog di Dire Fare l'Amore

Le mani di C. [Giornata mondiale per la lotta contro l'Aids]

347px-World_Aids_Day_RibbonOggi è la giornata mondiale per la lotta contro l’Aids. Vorrei dedicare questo breve post alla mia amica C., infermiera al reparto infettivi di un grande ospedale.

Penso ai volti e ai corpi di uomini e donne, ragazzi e ragazzi, che le sue mani hanno curato e medicato, dagli anni in cui la malattia non perdonava e riduceva persone in scheletri, fino ad oggi, in cui sembra quasi dimenticata.

Eppure C. mi parla spesso di ventenni infettati da una notte d’amore, di professionisti, politici, calciatori, medici (!) contagiati per imprudenza e superficialità. Della fatica di accettare la diagnosi, del dramma di dirlo in casa, alla mamma o alla moglie. Dei progressi della medicina, certo importanti ma non ancora definitivi…

E penso a questo nastro rosso che forse portiamo per abitudine il primo dicembre, ma che per molti significa una vita improvvisamente sconvolta.

Un commento

  1. Ford
    1 dicembre 2009

    Carissimo, direi che questo tuo post cade a fagiolo riprendendo una discussione che ho aperto durante un pasto nuziale e che ha coninvolto molti dei partecipanti:
    Presente quegli uomini coniugati che si sollazzano con qualche escorto o fanno gli amiconi di qualche altra donzella o di quelle mogli o fidanzate che si divertono a fare le “stronze” con altri umucoli da una notte e via? Ecco….molto spesso lo fanno dimenticandosi delle precauzioni necessarie per evitare di contagiare oltre che se stessi la persona a cui dovrebbero maggior rispetto, cioè la loro/il loro partner abituale.

    Non ti dico cosa è venuto fuori da questa discussione….. Mi sono divertito a scatenare le donne e gli uomini per poi gustarmi lo spettacolo buttando, ogni tanto, un po’ di benzina sul fuoco……

    Ford

    Rispondi

Lascia un Commento