Il blog di Dire Fare l'Amore

Avessi letto di eros a vent’anni

E’ la terza volta che mi succede. Intendo dire di conoscere una coppia di ventenni che legge i miei racconti. E lo stupore è sempre lo stesso; stupore misto a gioia, allegria, gratitudine. Avessi letto io di eros a vent’anni, quando l’amore è ancora tutto possibile, aperto, promettente. Prontamente, e anche ammetto con una certa insistenza, ho spedito loro il libro, ma a casa di lui per evitare inquietudini paterne.

Appena ricevuto il pacchetto, lui mi scrive questa mail che mi ha commosso. La riporto qui sotto, con gli omissis dei nomi e dei luoghi:

 
Ciao Marco
 
Sono il ragazzo di M.! Stamattina mi è arrivato il tuo “pacchetto”! Ho capito subito cos’era e di chi era dalla farfalla disegnata sull’angolo… Sono stato veramente felice di riceverlo, perché ormai anche io sono diventato un tuo “addicted”. Se ci ripenso è stato buffo il modo in cui sono venuto a conoscenza del tuo blog e dei tuoi racconti: un pomeriggio ero a casa sua e, per caso, mi capita sotto gli occhi, nel suo computer, il link al tuo blog nella lista dei preferiti. Allora, pensando – come forse una buona fetta dei tuoi visitatori alla “prima volta”- che fosse un blog di cose ben più spinte rispetto a quello che in realtà è, stupito chiedo delucidazioni. Lei mi spiega facendomi leggere Tempura, ed ho capito tutto. Da quel momento ho cominciato a leggere un racconto al giorno, per il piacere di gustarli tutti con calma. Mi congratulo sinceramente con te per come sei riuscito ad affascinare la nostra immaginazione… Ti scriverò ogni volta che potrò e ti ringrazio per il tuo libro di racconti, che ti prometto leggeremo insieme.
A presto
R.
P.S.: A causa (o per merito!) del tuo racconto ci è venuta una tale voglia di sushi che il giorno dopo siamo andati a farne una scorpacciata! :)
 

Grazie a voi. E’ una grande soddisfazione per me!

Marco

6 Commenti

  1. Satine
    13 settembre 2009

    Woow che post…

    Rispondi
  2. Lemurakkia
    13 settembre 2009

    Beh, non sono i soli. =)

    Rispondi
    • inachisio
      13 settembre 2009

      Meglio! Ne sono felice!
      Voglio dire che, da quarantenne (peraltro l’età migliore della vita… ma devi solo aver pazienza, poi ci arrivi…), mi rallegra sempre incontrare anche solo virtualmente i ventenni d’oggi.
      :-)

      Marco

      Rispondi
  3. Serena
    14 settembre 2009

    Io l’ho sempre saputo…

    Rispondi
  4. Francy
    23 settembre 2009

    Non so se posso ancora considerata una ventenne, dato che tra qualche giorno spegnerò 28 candeline, però se può farti piacere, ho conosciuto il tuo blog cercando ispirazione per un racconto erotico. Purtroppo non ho il tuo talento creativo ma leggere i tuoi racconti mi ha aiutato a tirare fuori una parte di me a cui non avevo mai dato ascolto. Descrivere la propria sessualità, metterla nero su bianco, scoprire le proprie emozioni e sentire le proprie vibrazioni per farne dono all’altro sono state una scoperta imprevista. Grazie mille per l’opportunità che mi hai offerto, anzi che ci hai offerto. Il mio racconto, dimenticando ogni velleità letteraria, si è trasformato nella descrizione di un atto d’amore. E come tale ha saputo giungere non tra le mani di molti lettori ma al cuore di uno soltanto di essi. E, fidati, nella posizione scomoda in cui mi trovo, è stato un regalo insperato. Grazie ancora.

    Rispondi
    • inachisio
      23 settembre 2009

      Forse non l’ho mai raccontato sul blog, ma anche io ho iniziato a scrivere così, per la persona che amo. Il primo racconto è stato per lei… poi ne sono seguiti altri. :-)

      Marco

      Rispondi

Lascia un Commento