Il blog di Dire Fare l'Amore

Strip poker [sveltina]

Le commesse dei negozi di intimo hanno un occhio particolare per i clienti uomini non accompagnati da una donna. Una specie di radar sospettoso che li individua all’ingresso, li guida magneticamente fino al bancone e li sottopone alla fatidica domanda: «Come posso aiutarla?» Dove in quell’aiutarla è sottinteso nel migliore dei casi che non saprebbero mai comprare un reggiseno senza sbagliare taglia e coppa, nel peggiore che sono dei maniaci introdottisi allo scopo di sequestrare qualche ragazza in mutande. Così, infatti, fa con me anche questa ragazzina di un negozio in franchising, assunta con contratto a termine dopo un corso di una settimana. La fisso convinto, con lo sguardo del progettista di perizomi venuto per un controllo. Lei sorride, a disagio perché sfuggo al suo schema mentale. Immagino che sia troppo giovane o che non abbia ancora un fidanzato che le regala completini. Che poi, tra l’altro, e qui la cosa si fa più difficile, a me non interessa nulla della merce esposta. A me interessi tu, e questo complica, in effetti, le mie mosse.

Continua a leggere questo racconto nella raccolta Sveltine, pubblicata in digitale da Emma Books.

Compralo a 2,99 € in formato epub, kindle o apple.

Bookrepublic – formato epub
Amazon
iTunes

6 Commenti

  1. inachisio
    17 luglio 2009

    Marcy, SCUSAAAA, ho cliccato il punto sbagliato e ho cancellato il tuo commento… Se ripassi di qui me lo rimetti?
    Marco

    Rispondi
  2. Andrea81
    24 settembre 2009

    molto divertente! complimenti ancora una volta…

    Rispondi
  3. Nikky83
    2 febbraio 2010

    Un uomo che non riconosce la voce dell’amata (amante?) ed entra in un memorabile qui pro quo…Liked!

    Rispondi
  4. Elisabetta
    15 marzo 2010

    Non era ancora l'amante…si erano conosciuti solo in chat.

    Rispondi
  5. inachis_io
    15 marzo 2010

    …dici? Un interessante dibattito!

    Rispondi
  6. robby25
    9 dicembre 2010

    Bello !

    Rispondi

Lascia un Commento