Il blog di Dire Fare l'Amore

Webcam girl [outcipit]

Senza un “ciao” ti disconnetti. Mi resta l’immagine congelata del tuo piacere nella finestra della chat.
E il mio piacere, che stava pian piano sgelandosi? Mi dico “è un lavoro come un altro”, e mi giro a guardare il mio compagno che fissa sorridendo la mia pelle chiara, il perizoma nero scostato di lato e il vibratore appoggiato sul letto accanto agli occhiali da sole che ormai posso sfilarmi.
Sono sicura che ha colto il mio desiderio di giocare. La mia voglia di vivere la vita con gusto.

4 Commenti

  1. Dafne
    6 febbraio 2010

    Hai colto nel segno…per fortuna ogni tanto capita qualcuno che si preoccupa anche del tuo di piacere, non tanto per il suo essere un umano e altruista individuo di sesso maschile, quanto perchè il vedere una donna godere fa salire la sua eccitazione ( e il suo EGO ) alle stelle.
    Ma poco importa, “è un lavoro come un altro”, quello che conta è il risultato ;-*

    Rispondi
    • inachisio
      6 febbraio 2010

      E’ un lavoro come un altro. Siamo noi, però, che non siamo persone come ogni altra…
      Credo anche io che per un uomo la cosa più eccitante sia l’eccitazione della sua donna. Ma non solo per questioni di ego, proprio di reciprocità.

      Rispondi
  2. Dafne
    7 febbraio 2010

    Tra un uomo e la SUA donna sicuramente ;-)

    Rispondi
  3. inachisio
    7 febbraio 2010

    Sì, penso di aver colto la differenza a cui alludi… Tipo quella che passa tra un narciso e un amante?

    Rispondi

Lascia un Commento