Il blog di Dire Fare l'Amore

Gloryhole [finale senza racconto]

Sveltine

A volte mi piace scrivere racconti senza finale, o con una conclusione molto aperta. Savolta mi è venuta impetuosa l’idea di questo finale… senza racconto. Bello anche immaginare i perché e le storie che lo precedono.

Inachis

GLORYHOLE – finale

Al di là del foro di questa parete sottile, una bocca anonima mi sta portando velocemente e inevitabilmente al piacere.

Sento le tue mani stringermi alle spalle, mentre dentro di me ribolle l’urgenza di lasciarmi andare in lei. Mi avvicini le labbra all’orecchio, fai scivolare le dita sulla mia pancia.

Non mi toccherai più giù. E’ questo il patto: non farai nulla per farmi godere, testimone silenziosa del mio orgasmo. Appoggi la mano all’inguine solo per sentire per prima quando sarà il momento.

Uno spasmo mi percorre i testicoli, risale lungo l’asta. Spingo al bacino contro il muro.

Mi sussurri: “Godi, ora”.

Mentre mi svuoto nella gola sconosciuta che mi sccoglie, dietro di me ti sento deglutire.

4 Commenti

  1. Serena
    18 marzo 2009

    Un brivido l’ambiguità di questa scena sospesa di cui indoviniamo le fantasie nascoste. Un fascino perverso, un transfert? Peccato che tu non ci abbia detto di più. Noooo, meglio così.
    Serena

    Rispondi
  2. inachisio
    18 marzo 2009

    Ben detto!
    Marco

    Rispondi
  3. Marcy
    24 marzo 2009

    Arrivare subito al sodo..beh nn saprei …si ..però ..affascinante ecco ..kiss

    Rispondi
  4. joshua
    3 agosto 2011

    Da brivido, due donne senza volto, la prima nascosta ed invisibile, la seconda suppongo familiare. La prima è il concreto per pochi attimi, la seconda il sogno e il concreto per il resto della vita. La prima fa godere, la seconda gode insieme all’uomo, anche più di lui.

    Rispondi

Lascia un Commento