Il blog di Dire Fare l'Amore

Carta fedeltà [sveltina]

 

Livio Riccardi, 32 anni, responsabile del banco gastronomia di un supermercato di una nota ed efficientissima catena. E Ester, cassiera nello stesso megastore. Un amore segreto, per il matrimonio di lui, per quello di lei e per la necessità di non far trapelare nulla davanti ai colleghi.
Tra i due, un codice fatto di occhiate, gesti, attenzioni. Una regola ferrea: niente sesso sul posto di lavoro, cosa del resto non facile, anche se si mormorava tra i dipendenti di alcuni incontri furtivi del direttore con una addetta alla promozione nel magazzino ortofrutta.

È giovedì sera, Livio ha finito il suo turno. Ester smonterà tra mezz’ora. Gli amanti hanno già previsto un incontro in motel, anche se per le loro finanze è un lusso che non possono concedersi spesso. Proprio per questo è un incontro importante. Livio andrà per primo e aspetterà Ester in camera.
È in anticipo, ne approfitta per fare un po’ di spesa e si mette in coda alla cassa di Ester, facendo ben attenzione a non guardarla troppo insistentemente e a non darle confidenza.

Il nastro nero si avvia con un cigolio e il giovane responsabile del banco gastronomia vi trasferisce il contenuto del suo cestino, facendo ben attenzione all’ordine degli oggetti. A prima vista potrebbe sembrare uno di quei maniaci ossessivo-complusivi che devono fare ogni cosa a modino, una specie di Rain Man della grande distribuzione.

Ester passa meccanicamente i prodotti.
Tessera fedeltà.
Bip.
Bip.
Bip.
Bììììp.
Bancomat.

Livio prende il sacchetto e si allontana, mentre Ester cerca di richiamarlo perché ha dimenticato lo scontrino.
Ma Livio pare non sentire. La cassiera alza le spalle e dà un’occhiata alla cliente successiva, come a dire “che sbadato!”. Poi sta per appallottolare la striscia di carta, ma le viene da darle un’occhiata.

         Grazie per la sua spesa, sig. Riccardi Livio.

Vidal docciashampoo al ginseng 250 ML

Euro  1,80


Depilzero crema depilatoria parti delicate confezione 75 ML

Euro  5,29


Axe deodorante spray Vice 150 ML

Euro  4,55


Pompea Moving boxer in microfibra

Euro  8,49


Moet & Chandon Champagne Brut Imperial bottiglia 75 CL

Euro  27,50


Cereria Lumen 3 Candele profumate, fragranze assortite

Euro  3,99


Johnson’s Baby olio idratante

Euro  5,99


Hatu’ Settebello supersottile profilattici 12 PZ

Euro  7,90


Fria salviettine milleusi

Euro  1,55

 

 

TOTALE 67,06


Grazie, arriderci sig. Riccardi Livio.

Mentre passa davanti al lettore del codice a barre il pacchetto di sofficini della cliente successiva, Ester sorride al pensiero della serata che la attende.

PS. Prezzi e prodotti autentici, dal sito di un’importante catena di Supermercati.

11 Commenti

  1. alice64
    9 giugno 2008

    >

    Rispondi
  2. alice64
    9 giugno 2008

    non bastano solo due gocce di profumo? :-))))

    Rispondi
  3. LetyM
    9 giugno 2008

    divertente questo racconto…simpaticissimo!!!!!

    ciaooo

    Rispondi
  4. collezionavo
    10 giugno 2008

    Sorrido ..bel racconto ..compliments to you..M.

    Rispondi
  5. poetanarratore
    14 giugno 2008

    si ,un profumo d’avventura…

    Gio…

    Rispondi
  6. schlomele
    1 luglio 2008

    anche il titolo non è niente male

    Rispondi
  7. margo channing
    4 luglio 2009

    carino!
    anche se personalmente il deodorante non mi farebbe sorridere :)
    però l’avrei visto meglio senza chiusa perché sono dell’idea che sia sempre meglio raccontare che spiegare.

    Rispondi
  8. inachisio
    4 luglio 2009

    Preso in castagna! Pensa che io cerco sempre di togliere, specie nei finali. Quindi, osservazione accolta. Ah, anche quella del deodorante… In effetti non depone favore dell’igiene dell’uomo!
    Grazie del passaggio e del commento.
    Inachis

    Rispondi
  9. Nikky83
    2 febbraio 2010

    Se fossi stata Ester, e avessi letto la lista della spesa…avrei smesso di lavorare prima e sarei corsa da lui!

    Rispondi
  10. secretgarden70
    27 settembre 2010

    La lista della spesa come codice segreto per parlare in mezzo agli altri.
    Una delle cose piu' divertenti che ci sia.

    Rispondi
  11. joshua
    29 luglio 2011

    Bellissima l’idea dello scontrino appunto per comunicare senza troppi sottintesi… che se non sbaglio è in ordine cronologico di utilizzo (a cominciare dal bagnoschiuma per la doccia per finire alle salviettine per … ).

    Rispondi

Lascia un Commento