Il blog di Dire Fare l'Amore

The Surrender [recensione]

Tony Bentley The Surrender

Molti sono stati gli uomini nella vita di Toni Bentley, ballerina piuttosto nota, ora giornalista e autrice di The Surrender, appassionato inno d’amore al sesso anale.
Molti sono  gli uomini nella sua vita, ma tre sono quelli che contano davvero: Dio (dando per buono che sia maschio, cosa di cui dubito – propenderei per un Dio-mamma), il padre, e A-Man.
Quest’ultimo la conduce alla conoscenza del primo e la libera nel contempo dal bisogno di recuperare l’amore perduto del secondo. Il tutto, mediante un uso sapiente, esperto e appassionato della sodomia.

A-Man è il supereroe della storia. L’uomo che domina Toni e le fa scoprire e amare il sesso anale come forma di totale arrendevolezza, fiducia e donazione.
The Surrender non è solo il diario degli incontri erotici tra la protagonista e l’uomo «che sa dove va», ma un’esperienza mistica, descritta in tutti i risvolti psicologici e affettivi. Nel cammino, si scoprono diverse cosette marginali e interessanti: le mutande senza cavallo e il loro (prevedibile) utilizzo, il lubrificante K-Y (migliore attore non protagonista), metodi di depilazione intima e la cerimonia della preparazione…

Fazi Lain
220 pagine
9,50 euro

Il parere di Inachis Io (per quello che vale)
In molte pagine sono stato coinvolto e trascinato. Molto di quello che dice mi sembra vero e sincero. Ma, nell’insieme, mi ha lasciato l’impressione di averci marciato un po’ su… Se non fosse un discutibile gioco di parole, direi che l’ha preso un po’ troppo sul serio… :-)
Però ieri, al supermercato, ho visto in vendita il lubrificante K-Y e non ho potuto non pensare a A-Man!
Infine, un grazie a D. che me lo ha consigliato.

Altri pareri pro e contro sono già stati espressi da alcuni commenti a questo post.
Come al solito questo libro sarà “liberato” domani in treno e affidato alla sua vita di bookcrossed.

5 Commenti

  1. AWomanAMan
    20 febbraio 2008

    Mah. Direi che è Toni Bentley la supereroina. A-Man è solo uno strumento.

    Parrebbe un libro eccellente sulla sodomia ed invece è un libro sul cammino di liberazione dell’autrice.

    Rispondi
  2. calmaapparentex
    20 febbraio 2008

    lo leggerò.

    bel blog anche il tuo, ripasserò

    Rispondi
  3. ZuZuli
    21 febbraio 2008

    Riconfermo, lo comprerò, mi avete incuriosita!

    Rispondi
  4. GiselleB
    22 febbraio 2008

    peccato non si faccia la stessa tratta…

    :)

    buongiorno!

    Rispondi
  5. pitrusina
    5 marzo 2008

    interessante, molto interessante…

    Rispondi

Lascia un Commento